M. Sieber. olio su tela, 1913.
La grandiosa immagine del volto di Beethoven appare a un uomo e una donna ignudi che, nell'intento dell'Autore, rappresentano tutta l'Umanità.

Naoum Aronson, scultore russo-francese
(1872 – 1943). Fusione cava in bronzo,
patina verde, Bonn, 1905.

Rudolf Alfred Höger, pittore
e paesaggista viennese, 1876–1928.
Olio su tela, fine Ottocento.

Marcello Mascherini, scultore e scenografo italiano (1906 – 1983). Fusione in bronzo, patina verde, Trieste, 1925.

Particolare in facsimile
della partitura autografa
della
Nona Sinfonia.

Alois Kolb, allegoria ispirata alla Sonata per pianoforte in do minore n.8, opera 13 “Patetica” (1798-1799).
Acquaforte e acquatinta originale, Lipsia, 1921.

Busto di Marcel André Bouraine,
1925 circa.

previous arrow
next arrow
Slider
previous arrow
next arrow
Slider

L1770-2020V
BEETHOVEN

L’Uomo. Il Genio. Il Mito

Una grande mostra oltre i confini della musica  


Galleria Harry Bertoia – Pordenone
settembre – dicembre 2021


In Friuli Venezia Giulia, un evento internazionale nel 250° Anniversario della nascita di Beethoven

Nel 250° Anniversario della nascita di Beethoven, la città friulana di Pordenone ospiterà una grande mostra dedicata al musicista tedesco: per il valore delle opere proposte, la loro immersione in un percorso multimediale, la rassegna contestuale di eventi musicali e culturali, l’iniziativa avrà rilievo internazionale, ponendo il Friuli Venezia Giulia e l’Italia al centro dell’interesse nell’anno beethoveniano. 
Protagonista della mostra sarà la Collezione Carrino, tra le più importanti raccolte beethoveniane del mondo, con 11.500 pezzi conservati nella Casa Museo Biblioteca Beethoveniana di Muggia: un patrimonio culturale che annovera tesori contesi da primarie istituzioni culturali europee, esposti a Baden, a Parigi e presso il Museo Beethoven-Haus di Bonn, in una mostra speciale riservata a questa preziosa raccolta.
La mostra è promossa e organizzata dalla Casa Museo Biblioteca Beethoveniana in collaborazione con il Comune di Pordenone. Sarà ospitata da settembre a dicembre 2021 nella Galleria Harry Bertoia, nel cuore medioevale dell’antica Civitas Austriae, per secoli enclave austriaca dentro il Patriarcato di Aquileia: attraverso l’evento Pordenone intende così rinsaldare simbolicamente i profondi legami storici con il mondo germanofono.
La sede è un moderno spazio espositivo dotato di una sala conferenze, che accoglierà al proprio interno la rassegna d’incontri, concerti e lezioni concerto variamente collegati ai temi dell’esposizione.

Una mostra mai vista prima

La Collezione Carrino sarà dispiegata e spiegata a Pordenone con una selezione di pezzi senza precedenti, per qualità, quantità e originalità. Il visitatore s’immergerà tra opere d’arte (pittura, scultura, grafica) e d’arte applicata, documenti, edizioni pregiate biografico-storiche e musicali. Scoprirà rare collezioni di ex libris, medaglie, filatelia, figurine, pubblicità. Sarà stimolato da continue curiosità in un coinvolgente allestimento narrativo, con audiovisivi e corner interattivi. Un percorso variegato, orientato da un gusto italiano per la bellezza, da assaporare in superficie e approfondire in filigrana, partecipando a  un’avvincente indagine sul rapporto tra Uomo, Genio e Mito, all’origine di quel culto beethoveniano vivo ancora oggi. L’autore dell’Inno d’Europa e dell’incipit più celebre della storia della musica è, infatti, un’icona patrimonio dell’umanità.  Una figura che, per la sua poliedricità, offre innumerevoli occasioni per spalancare “finestre sul mondo” e attraversare oltre due secoli di cultura, di cronaca, di storia del costume e delle tecniche artistiche in Europa. Una grande mostra oltre i confini della musica, mai vista prima.


SFOGLIA LA BROCHURE SULLA MOSTRA E LA COLLEZIONE CARRINO



La mostra:
per saperne
di più

VAI

La collezione
della
Famiglia Carrino

VAI

La mostra è organizzata da

Con il sostegno di

Per ragioni di sicurezza legate al Covid-19, la mostra è rinviata a data da destinarsi


For safety reasons related to Covid-19, the exhibition is postponed to 2021 on a date to destined